Alta Badia - Dolomites ItalySuedtirol

it

search

Alloggio

calendar_today

Arrivo

calendar_today

Partenza

accessibility

Alta Via delle Dolomiti n. 2

Stampa/PDF
GPX
KML
Fitness
Percorsi a lunga distanza

Alta Via delle Dolomiti n. 2

Percorsi a lunga distanza · Valle Isarco/Alto Adige · Chiuso
Responsabile del contenuto
Corvara–Colfosco
  • Gruppo del Sella Alta Badia
    / Gruppo del Sella Alta Badia
    Foto: Alta Badia Brand @Paola Finali, Corvara–Colfosco
  • Col da la Soné, parco naturale Puez - Odle
    / Col da la Soné, parco naturale Puez - Odle
    Foto: Alta Badia Brand by Paola Finali, Corvara–Colfosco
  • Parco naturale Puez - Odle
    / Parco naturale Puez - Odle
    Foto: Alta Badia Brand by Freddy Planinschek, Corvara–Colfosco
  • Passo Crespëina e Gruppo del Sella
    / Passo Crespëina e Gruppo del Sella
    Foto: Alta Badia Brand by Freddy Planinschek, Corvara–Colfosco
  • Rifugio Pisciadú - Gruppo del Sella
    / Rifugio Pisciadú - Gruppo del Sella
    Foto: Alta Badia Brand by Freddy Planinschek, Corvara–Colfosco
Cartina / Alta Via delle Dolomiti n. 2
1500 2000 2500 3000 3500 m km 20 40 60 80 100 120

Questo itinerario passa attraverso una area chiusa, per questo motivo è stato chiuso. Aggiornamenti

Chiuso
difficile
140,8 km
59:30 h.
11723 m
12741 m

L'Alta Via delle Dolomiti n. 2 è stata tra le prime delle 10 alte vie cosiddette ”ufficiali” ad essere descritte e segnalate. Nota anche come la “via delle leggende” poiché passa attraverso montagne e valli dolomitiche ricche di saghe e leggende come le Odle ed il gruppo del Sella con le leggende delle genti ladine alle Dolomiti feltrine con i racconti di orchi e streghe, l’escursione plurigiornaliera attraversa le Dolomiti da nord a sud. Punto di partenza d è Bressanone, cittadina dell'Alto Adige, ricca di storia e punto di arrivo è la cittadina di Feltre con il fiume Piave testimone di tragiche vicende della I. guerra mondiale. L’itinerario attraversa tre province, Bolzano, Trento e Belluno e 10 gruppi montuosi (Plose, Sass de Putia, Odle, Puez, Sella, Padon, Marmolada, Bocche, Pala, gruppo Feltre) di cui solo Plose, Padon ed il gruppo Lusia-Bocche non fanno parte delle Dolomiti. Oltre ad una bella varietà di escursioni ed arrampicate l’escursione offre la possibilità di scoprire arte e cultura locali. Così, per esempio, merita senz’altro una visita la città di Bressanone con i suoi musei e opere d'arte. Da non dimenticare le molte testimonianze storiche della I. guerra mondiale che si incontra lungo il tragitto.

Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
3152 m
Punto più basso
331 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Percorso

Tappe consigliate

  • giorno 1: Rifugio Plose - rifugio Genova, 5 - 6 ore

Da Bressanone si raggiunge in cabinovia il rifugio Plose da dove si inizia sale attraverso la forcella Luson e la forcella Pütia per raggiungere il rifugio Genova.

  • giorno 2: Rifugio Genova - rifugio Puez, 5 - 6 ore

Dal rifugio Genova una piacevole camminata tra pascoli, forcelle e ghiaioni porta all’altipiano del Puez.

  • giorno 3: Rifugio Puez - rifugio Pisciadù, 5 - 5,5 ore

Una piacevole escursione porta attraverso il parco naturale Puez – Odle, Patrimonio mondiale UNESCO, fino al suo confine sud, al Passo Gardena. Appena sotto il passo, in direzione Alta Badia, si imbocca la via ferrata Pisciadú che porta all’omonimo rifugio. La via ferrata, pur essendo classificata come media, presenta dei punti piuttosto impegnativi come dei passaggi su parete verticale e un ponte sospeso in corda.

  • giorno 4: Rifugio Pisciadú - rifugio Boé, 3 - 3,5 ore

Tratto in salita con brevi tratti di corda fissa e ghiaioni.

  • giorno 5: Rifugio Boé - rifugio Castiglioni Marmolada , 3,5 - 4 ore

Su ghiaione con corde fisse si sale al Piz Boè, il punto più alto dell’intera escursione. Attraversato l'altopiano del gruppo del Sella si raggiunge la Forcella Pordoi con la funivia che scende all’omonimo passo. Svoltato a destra in direzione di Sass Becè si segue il Vial del Pan fino, sentiero piacevole con vista unica sul ghiacciaio della Marmolada, fino al passo Padon dove si scende al lago Fedaia ed al rifugio Castiglioni.

  • giorno 6: Rifugio Castiglioni - rifugio Fuciade, 5,5 - 6 ore

Dal rifugio Castiglioni / Marmolada si scende a Malga Ciapela e fino al rifugio Falier per salire fino al passo Forca Rossa e poi ridiscende su un sentiero tra i prati fino al rifugio Fuciade.

  • giorno 7: Rifugio Fuciade - rifugio Passo Valles, 4,5 - 5 ore

Attraverso il passo San Pellegrino si arriva al rifugio passo Valles.

  • giorno 8: Rifugio Passo Valles - rifugio Mulaz, 3,5 - 4 ore

Bella camminata ai piedi delle Pale di San Martino fino al rifugio Mulaz.

  • giorno 9: Rifugio Mulaz - rifugio Pedrotti, 4 ore

Il cammino porta lungo il sentiero delle Farangole con alcuni passaggi esposti e dei tratti con corda fissa.

  • giorno 10: Rifugio Pedrotti - rifugio Treviso, 6,5 - 7,5 ore

Camminata attraverso boschi e ghiaioni con vista sul Sass Maor.

  • giorno 11: Rifugio Treviso - rifugio Cerèda, 5 ore

Camminata su piacevoli sentieri ed attraverso la forcella d’Oltro fino al rifugio Cerèda.

  • giorno 12: Rifugio Cerèda - bivacco Feltre/Walter Bodo, 5 - 6 ore

In direzione est - nordest lungo la strada principale si sale poi attraverso fino al passo del Comedon - tratti con corda fissa. Una breve discesa lungo una gola porta al "Pian della Regina" e dopo pochi metri al bivacco Feltre/Walter Bodo.

  • giorno 13: Bivacco Feltre/Walter Bodo - rifugio Bruno Boz, 3,5 - 4 ore

Dalla Val Canzoi si sale a Troi dei Caserìn su sentiero con corda fissa e fino al Passo de Mura e al rifugio Boz.

  • giorno 14: Rifugio Bruno Boz - rifugio Dal Piaz, 6 - 7 ore

Si sale in direzione sud fino al passo Finestra, alla cresta del Monte Zoccarè e in direzione Sasso di Scàrnia su gradini di roccia e lungo un passaggio esposto. La discesa fra macigni e calanchi e pendii coperti di pini mughi porta ai verdi prati alpini della Busa di Pietena e fino al passo delle Vette Grandi. Poco a sud del passo si raggiunge il rifugio Giorgio Dal Piaz.

  • giorno 15: Rifugio Dal Piaz - Feltre, 4 ore

Dal passo delle Vette Grandi, si scende verso Feltre (località Pedavena) attraverso una più agevole (ma più lunga) mulattiera o su sentieri attraverso prati e boschi (un po’ più impegnativo, ma più breve). Si raggiunge Pedavena, a circa tre km da Feltre. Pedavena e Feltre sono collegati con autobus pubblici.

 

Come arrivare

*In macchina

  • Autostrada del Brennero A22 fino al casello di Bressanone, strada SS49 della Val Pusteria, fino a S.Lorenzo, strada SS244 della Val Badia, Alta Badia
  • Autostrada A27 fino a Ponte nelle Alpi, SS 203 dell'Agordino, Caprile, Arabba, Passo Campolongo, Alta Badia
  • Autostrada A27 fino all'uscita di Belluno, SS51 per Cortina d'Ampezzo, Passo Falzarego, Passo Valparola e Alta Badia

*In treno

  • Brunico - 37 Km
  • Bolzano (via Passo Gardena) - 72 Km (via Brunico) – 100 Km
  • Collegamento stazione ferroviaria – Alta Badia tramite autobus di linea SAD: www.sad.it

*In aereo

  • Venezia Treviso / Venezia Marco Polo – 180 / 200 km
  • Verona – 213 km
  • Milano Bergamo / Milano Malpensa - 310 / 400 km
  • Informazioni transfer aeroporto: www.suedtirolbus.it - www.cortinaexpress.it
Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Stato
Chiuso
Difficoltà
difficile
Lunghezza
140,8 km
Durata
59:30 h.
Salita
11723 m
Discesa
12741 m

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.