Alto Adige
Top

Cerca
alloggio

Richiesta non impegnativa

Invia

ll sentiero dei Kaiserjäger

kaiserjäger

L'area Lagazuoi - 5 Torri durante la I. guerra mondiale fu teatro di aspri combattimenti tra le truppe italiane e austro-ungariche. Il Piccolo Lagazuoi come le vette circostanti ha visto momenti di sacrificio e di gloria. Per permettere all’escursionista una panoramica della tragica storia del Lagazuoi sono state fatte notevoli opere di ripristino, tra queste anche il restauro del ponte sospeso Kaiserjäger che si incontra lungo il percorso di seguito descritto. L’escursione si estende per quasi 3 km con un dislivello di 700 metri con ponti sospesi, brevi scalate, trincee e gallerie. L’escursione è per escursionisti esperti ed allenati.

Partenza della gita è nei pressi del museo "Forte 3 Sassi". Si sale alle posizioni austriache raggiunge la prima linea di fronte detta “Vonbank ". Le trincee della posizione "Vonbank" sono state restaurate. Si noterà il valore strategico della posizione con vista ottimale sul Passo Falzarego ma anche come la postazione fosse esposta agli attacchi degli Alpini dalla cengia Martini sulla montagna opposta.
Si sale da qui su una ripida serpentina fino alla vetta del Piccolo Lagazuoi. Dopo un breve tratto una breve deviazione a destra conduce alla galleria nella montagna, dove sono state ripristinate ed arredate con oggetti originali la cucina e il dormitorio dei soldati.
Tornati sul sentiero principale, si raggiunge la base della montagna. Un percorso con delle funi di sicurezza portano al ponte sospeso fatto di cavi in acciaio – ca. 15 metri di lunghezza. Il ponte è stato ricostruito nel luogo dell'originale austriaco e oggi sono ancora visibili degli elementi dell’originale.
Dopo aver superato il ponte sospeso sopra un profondo crepaccio, si sale su un sentiero con funi di sicurezza, tagliando la montagna in diagonale, fino alla postazione austriaca sulla vetta del Piccolo Lagazuoi, 2.778 m.
La vista da questa cima è incomparabile, spazia sulle montagne circostanti del gruppo delle Odle al Pelmo dall’Antelao al gruppo del Sella con la punta Boè, delle Tofane al Civetta.

Per la discesa, si consiglia di passare attraverso il tunnel italiano – restaurato e corredato di attrezzi ed armi dell’epoca - fino al passo Falzarego.

Dettagli dell'escursione

  • Partenza: Passo Valparola - Museo Forte Tre Sassi
  • Durata: 2:30 h
  • Lunghezza: 3 km
  • Punto più alto: 2778 m
  • Dislivello: 700 m
  • Difficoltà: difficoltà - solo per escursionisti esperti che non soffrono di vertigini
  • Attrezzatura: Attrezzatura da arrampicata