Alto Adige
Top

Cerca
alloggio

Richiesta non impegnativa

Invia

Alta Badia, la terra dei ladini

Scopri la lingua e la cultura millenaria ed affascinante dei ladini delle Dolomiti

L'Alta Badia è profondamente radicata nella cultura e nelle tradizioni. L'attaccamento dei ladini alle tradizioni si riconosce dagli eventi culturali, dai luoghi ...

I reperti di Sotciastel di Badia testimoniano che in Alta Badia c’erano i primi insediamenti stabili già a partire dal 1700 a.C.. L’allora regione alpina era abitata dai “Reti“. Con l’annessione dei territori alpini all’Impero Romano, il popolo dei Reti delle Dolomiti assimilò il latino volgare dei funzionari, dei soldati e dei commercianti e lo trasformò gradualmente in ladino. La lingua ladina è, quindi, una lingua neolatina, fondamentalmente affine all’italiano, al francese, al provenzale e al catalano.

Maso ladino in Alta Badia

La comunità ladina si compone oggi di circa 30.000 persone, distribuite su cinque valli e tre province: la Val Badia e la Val Gardena in Alto Adige, Livinallongo del Col di Lana e Ampezzo a Belluno come pure la Val di Fassa a Trento.

La consapevolezza della propria lingua caratterizza profondamente l’identità dei ladini. La lingua funge da veicolo di autoaffermazione verso l’esterno, ma anche da maglia di congiunzione tra le cinque comunità ladine.

I ladini della Val Badia stimano e tutelano l’affascinante, imponente ma al tempo stesso fragile natura montana che li circonda. L’architettura tipica mostra l’unione armonica tra uomo e paesaggio. Di particolare interesse sono i secolari insediamenti compatti, le Viles, una straordinaria forma di organizzazione collettiva, nella quale le persone erano sostanzialmente autarchiche.

  • Castello di Colz a La Villa
    Castello di Colz
  • Viles di Pransarores Alta Badia a Badia
    Viles di Pransaores
  • Lavorazione del legno ad intarsio
    Lavorazione ad intarsio
Banda musicale in costume tradizionale ladino

Nella terra dei ladini la cultura e le tradizioni hanno una grande valenza e le feste vengono celebrate con tradizionali cortei e meravigliosi costumi locali.
Le feste tradizionali offrono naturalmente anche la possibilità di assaggiare tanti piatti tipici della cucina delle nonne. In Alta Badia la gastronomia fa parte della cultura ed è la massima dimostrazione che l’amore per la natura e la tradizione può armonizzarsi al meglio con qualità e gusto.

Una particolare peculiarità dei Ladini sono le innate doti artigianali, le prime tracce di tali capacità risalgono al 1020.